Jane Pancrazia Cole

Sono nata a Torino il 9 gennaio del millenovecentoeunbelpo'

All'anagrafe sono Rossana Rotolo. Ma porto un originale nickname perché quando approdai alla blogosfera non c'erano ancora i social, e su internet nessuno usava il proprio nome. Avevamo tutti paura di trovarci i maniaci sotto casa, nei TG si raccontavano le peggio cose!

Aprii il blog il 3 marzo del 2007, senza uno scopo preciso, così tanto per fare. E sempre con la stessa leggerezza – nonché lucida incoscienza –, scelsi  il nome che mi avrebbe accompagnata in questa avventura. Per sempre. Jane Pancrazia Cole, appunto.
Cole perché la famiglia Cole era protagonista di una saga di libri che amavo e amo. La trilogia dello sciamano di Noah Gordon, per i curiosi.
Jane perché volevo un nome femminile con la J e Jane fu il primo a venirmi in mente. Quindi no, non è un omaggio a Jane Austen o a Jane di Tarzan e neanche a Jane Fonda. Anche questo scelto assolutamente a caso.
Pancrazia lo avrei aggiunto molti anni dopo, ispirata da Alessia, compagna di Blogosfera. Ma questa è un'altra storia.

Com'è facilmente intuibile il nome del Blog nacque dopo il nickname. Avevo uno spazio da riempire di parole, cosa mi ricordava? Quelle trasmissioni radiofoniche notturne con speaker che blatera in libertà. Quindi avevo una radio? La mia radio. Radio Cole.

Negli anni, proprio grazie al Blog, ho scoperto di essere brava a scrivere. No, non credo di essere Umberto Eco, ma la comunicazione scritta sembra essere il mio più grande talento e quindi ne ho fatto un mestiere. Sono diventata redattrice, social media manager, editor, copywriter, ghostwriter, parecchiecosewriter. Mi sono specializzata soprattutto nel raccontare la cultura, dalla letteratura al teatro, passando per l'arte contemporanea. Insomma, tutte le cose belle che vengono fatte in giro. Mi beo del talento altrui. Lo faccio per diletto in queste pagine e per lavoro in diverse altre realtà. 

Ogni tanto, però, qualcosa di davvero interessante e creativo lo faccio anch'io, in prima persona, diversi progetti di cui sono molto orgogliosa, i migliori ve li segnalo qua sotto.

Humans Torino con il socio Sergio Sasso. Per due anni abbiamo raccolto volti e storie in giro per la nostra città.

Adelina, il mio primo e ultimo romanzo. Un mix di verismo e ambientazione tipica da serie tv con Rosario Fiorello. È ancora inedito ma so che, prima o poi, Sky, Netflix e TeleCupole se lo litigheranno.

Pancrazia in Berlin, il diario di un – involontariamente comico – Erasmus di vent'anni fa.

Lucio, l'angelo mai sazio e Lo Scambio, due miei racconti trasformati in "cartoon", grazie alla collaborazione del cugino doppiatore e youtuber Andrea Rotolo.

Il Mio Progetto, dove ho unito per 365 giorni arte contemporanea e storia recente.

Il Laboratorio Condiviso di Scrittura, per scrivere tutti e scrivere tanto. Ancora in essere. Partecipate!

Per il mio curriculum più istituzionale, invece, andate direttamente su LinkedIn.

E se avete altre curiosità su di me, se non vi sono ancora venuta a noia, non vi resta che scrivermi a janecole@live.it.