Diciassettesimo Esercizio: La Favola


Signore e signori, è finalmente giunto il momento di uno dei più classici tra gli esercizi dei Laboratori di Scrittura Creativa: l'esercizio dedicato al punto di vista, per gli amici, "La Favola".

Ogni punto di vista è in grado di raccontare una storia diversa, succede nella realtà come nella letteratura. 
Alcune storie, le più famose, che tutti conosciamo, appaiono immutabili, scritte nella pietra. Ma se cambiassimo il punto di vista con cui le raccontiamo? Allora, probabilmente, cambierebbero esse stesse.

Scegliete una favola, una fiaba o un racconto universalmente noto (tipo Pinocchio, Peter Pan o Alice, per intenderci) e raccontatelo da un punto di vista insolito: il lupo, la matrigna, la Volpe, scegliete voi. Non dovete necessariamente riscrivere l'intera vicenda, basta uno spaccato, una scena, qualcosa che sia in grado di raccontarci una storia, che già conosciamo, in un modo completamente nuovo.

Questo tipo di esercizio è talmente un classico che la Disney ci ha fatto i milioni con Maleficent! 

No, cioè, volevo dire, questo tipo di esercizio è talmente un classico che su questo blog c'è già una mia versione, scritta molti anni fa, durante un laboratorio che seguivo da allieva. Siete curiosi? Ecco il link "A mille ce n'è nel mio cuore di fiabe da narrar...". Aspettate, aspettate, prima di andare a vederlo, però, segnatevi tutto ciò che c'è da sapere per questo nuovo esercizio e partecipate, mi raccomando, numerosi!

Tipo di testo: racconto, poesia, monologo, dialogo, quello che vi pare... 
Lunghezza testo: dagli 800 agli 8000 caratteri. 
Email: janecole@live.it. 
Oggetto: laboratorio condiviso di scrittura. 
Specificare nel testo dell’email se volete restare anonimi o meno, se volete essere taggati (su FB) o meno. 
Scadenza per far pervenire il testo: domenica 18 ottobre 2020, ore 12. 

Volete che la comunità del Laboratorio cresca, condividete questo post! Grazie ;)

0 commenti