lunedì 9 aprile 2018

Gli Oscar secondo Pancrazia: La forma dell'acqua

Non sono un'appassionata di Guillermo del Toro. Ma ho grande rispetto per gli artisti dallo stile inconfondibile.  Ma non è questo il motivo per cui ho voluto vedere assolutamente "La forma dell'acqua". Ho voluto vedere assolutamente "La forma dell'acqua" perché, se un regista ha il folle coraggio di andare da un produttore e proporgli una storia d'amore tra un uomo pesce e una donna muta, questo regista si è meritato che io il suo film lo vada a vedere. Se l'è proprio guadagnato, guadagnato sul campo.

Il film l'ho visto e mi è piaciuto. Ma non l'ho adorato. Non lo so il perché. 
Mi è più o meno piaciuto tutto. La fotografia, le scenografie, gli attori e questa storia d'amore favolistica ma anche carnale. 
Mi è più o meno piaciuto tutto, ma il cuore no, non me l'ha rapito. 

Lo so che è non è una grande critica, né oggettiva né chiara ma, del resto, mica faccio il critico cinematografico io! 

Giudizio finale: ha preso una discreta carrettata di premi, forse li ha meritati, forse no... boh...

2 commenti:

Alligatore ha detto...

Gran film, ha meritato i premi che ha preso, sì, però anche io, pur avandolo molto apprezzato non c'ho lasciato il cuore, come invece è successo a molti altri. A pensarci mi viene da dire: gran film, stupendi attori, uan storia incredibile portata avanti con classe, ma, ma ... il cuore no.

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Alligatore: su questo film ho letto tutto e il contrario di tutto. "Capolavoro", "Sopravvalutato", "Volgare"...sì c'è chi lo ha anche definito volgare e io davvero non mi capacito.
E' bello leggere di qualcuno che ha avuto impressioni simili alle mie

 

About