venerdì 13 marzo 2015

Pancrazia chi?

ENNE semplici regole per NON diventare MAI una blogger famosa.

Ad aprirsi un blog, diventare un fenomeno di costume e fare millemilioni di fatturato son capaci tutti.
Ma ad aprirsi un blog, scriverci con devozione per anni, e rimanere comunque un’emerita squattrinata sconosciuta ci vuole un talento speciale.
Io, non per vantarmi, questo talento ce l’ho e, nella mia immensa generosità, ho scelto di condividerlo. Con voi.

Magari siete quel tipo di persona che trasforma in oro tutto ciò che tocca. Magari siete quel tipo di persona che raccoglie simpatia e consensi anche solo alzandosi dal letto. Magari siete dei vincenti naturali.
Ecco, voi sventurati, avete sicuramente bisogno del mio aiuto.
Voi rischiate di aprire un blog e svoltare. Una cosa tanto banale quanto volgare. Il successo è per i pigri. A scartavetrarsi le gonadi con lo struggimento dell’insoddisfazione ci vuole impegno. Non è roba per tutti!

Ma per molti sì! Quindi non spaventatevi. Ce l’ho fatta io, ce la potete fare anche voi! Vi basterà seguire questo dettagliato vademecum.

Regola numero 1.
Scegliere un Nickname complicato e di cui nessuno capisca il senso.
Avete presente?
Qualcosa tipo Jane Pancrazia Cole.
Orribile, nevvero?
Sì. Non per vantarmi. Ma, sì.

Lo elaborai, ormai molti anni or sono, con tanta tantissima attenzione.
Partì tutto da Cole. Cognome tratto da una saga letteraria opera di Noah Gordon. Uno scrittore americano molto conosciuto. Conosciutissimo. Dappertutto. Dappertutto tranne che in Italia.  
La mia fu una scelta consapevole. Volevo un cognome che fosse legato alla letteratura ma non fosse troppo ovvio. Missione compiuta. Cole non è ovvio. Per niente. Molti sono convinti che si scriva Col, altri che si pronunci Cole (con la “e” finale bella aperta), alcuni pensano che sia un sofisticato omaggio a Nat King Cole altri uno più pop a Cheryl Cole.

Tutti brancolano nel buio dell’ignoranza e io rido soddisfatta dal mio tetro angolo imbottito dell’incomprensione autoinflitta.

Ma senza l’inspiegabile accoppiata di nome e secondo nome, il mio destino avrebbe potuto comunque essere diverso. Sarei potuta diventare la sexy Cole, l’opinion leader Cole, la social Cole. Orrore! Destino ingrato prontamente evitato grazie all’incongruo abbinamento di Jane e Pancrazia. Potrebbe mai venirvi in mente qualcosa di più sgraziato? No, a voi no. E, infatti che ci sto a fare io? Che ci sta a fare questa guida? A guidarvi, appunto.
Ecco alcuni esempi che vi possano essere d’ispirazione per il vostro futuro da blogger anonimo. Lucy Eustacchia Martìn, Sophie Genoveffa Trotter, e per gli uomini James Abbondio Trueba, Nick Gerundio Zosimov.

Le combinazioni possono essere infinite. Il risultato unico e inevitabile: la sgradevolezza!
(...)

E le enne regole mancanti?
Ops, non ve l'avevo detto?
Le pubblicherò in un piccolo ebook autoprodotto.
Perché?
Per raccogliere ciò che di buono ho scritto in questo blog durante tutti questi anni. Per buttarmi in questa nuova avventura senza prendermi troppo sul serio. Per fare un regalo a me e spero anche a chi, tra di voi, avrà voglia di leggerlo. 

I tempi sono ancora da stabilire voi, intanto, tenetevi pronti.

NdA: sì, per l'occasione, ci metto persino la faccia!

10 commenti:

AD Blues ha detto...

Yeah!
Lunga vita a Jane Pancrazia!!!

---Alex

PS = ma se volessi usare lo pseudonimo Nick Gerundio Zosimov dovrei pagarti le royalties???

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Alex: no, te lo regalo :D

AD Blues ha detto...

Oh!
Ma che donna! Non solo brava e bella, pure dal cuore d'oro! :)

---Alex

Juhan van Juhan ha detto...

Uh! io come Jane P?. Cole! me too, nèh!.
Anche se, avendola incontrata una volta, sexy Jane non è da scartare.
E per non farmi mancare niente di blog ne ho due.

Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, anche io ci sono riuscito. Siamo in due, potremmo scriverci un libro :))

emmaci ha detto...

Mi hai fatto un sacco ridere!
Cmq anche io sono bravissima ad avere un blog da anni e continuare a restare nel mio angolino nascosto...

Rabb-it ha detto...

10 anni di blog e appena qualcuno si sbaglia a commentarmi il blog lo faccio scappare alla velocità della luce con una replica acida.

I conigli l'altra parte son bestiole timide.
Però mordono.
:-P

Sto pensando di fare causa alla nota marca di ovetti di cioccolata per aver tinto di blu il loro coniglio pasquale senza chiedermi prima il permesso, conosci qualche legale? ;-)

Rabb-it ha detto...

Ovviamente era d'altra parte... non l'altra!
Il giorno che imparerò a rileggere prima di dare invio.
Seee... spetta e spera!

In bocca al lupo per l'E-book!

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Juhan: esagerato!
@Alligatore: grande idea! :D
@Emmaci: siamo donne di talento :)
@Rabb-it: crepi il lupo!

Caratteri Contrari ha detto...

Aspettiamo l'ebook allora! :-)

 

Blogger news

Blogroll

About