mercoledì 12 marzo 2014

Cheese!

No, non sono io ad essere fobica.
Sono le macchine fotografiche ad essere crudeli.
Che ci crediate o meno, è in atto da tempo una manovra di abbattimento della mia autostima e della mia immagine da parte di tutti gli obiettivi fotografici. Che appartengano a una fotocamera analogica, a una digitale, a uno smart phone, o anche a un tablet, non cambia nulla. Si sono tutti coalizzati contro di me. E' un complotto.

No, non sono io ad essere paranoica.
Potrei mostrarvi decine, centinaia, migliaia di scatti a testimoniare il sabotaggio. Scatti che, inspiegabilmente, non ritraggono una gnocca da paura ma una tizia con una marea di capelli, gli occhietti piccoli e la faccia da pirla.

No, non sono io.
Quella non sono io: è ovvio.
Chi afferma il contrario mente sapendo di mentire.

5 commenti:

AD Blues ha detto...

Mica dipende dalle macchine fotografiche, dipende da chi ci sta dietro!

---Alex

Rabb-it ha detto...

Avendo avuto il privilegio di incontrarti non posso che confermare.

È chiaramente un complotto!

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Alex: l'importante è che non dipenda da chi ci sta davanti!

@Rabb-it: ecco! ;)

Elena ha detto...

Mi fa venire in mente mia suocera, novantenne, e un po' fuori di testa causa demenza senile, che guardava le proprie foto e diceva "non sono io quella, scusa, guarda, non ho mica tutti quei capelli bianchi io! Sembro una vecchia!"... ecco, sì, lo so, non è il tuo caso, tu non hai la demenza senile, e non sei neanche paranoica... è un complotto senz'altro. Del quale peraltro temo di essere vittima anch'io!!

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Elena: "Mi fa venire in mente mia suocera, novantenne" uahauhauahauahuahauahauah
un paragone così non me lo aveva mai fatto nessuno: è cominciato il declino :D

 

Blogger news

Blogroll

About