domenica 26 agosto 2012

Radio Cole Graffiti/7

Quello di oggi è il penultimo appuntamento con le repliche di Radio Cole.
Per l'occasione ripesco una delle iniziative più conosciute (nel mio piccolo) e di successo (nel mio piccolissimo) realizzate su queste pagine: il racconto a puntate "Adelina".

I lettori storici non l'avranno certo dimenticato. Agli altri, come sempre, buona lettura.

Vengo qua tutti i giorni. D'inverno il freddo e l'umidità mi entrano nelle ossa, ma in primavera con il sole ed il cielo limpido è un vero piacere passeggiare lungo i viali.
I visitatori della domenica sono tanti e diversi, ma in settimana ci sono sempre le stesse facce.
Le sorelle Zaccaria che avranno trecento anni in due.
La vedova Greco con la cofana color carta da zucchero, il rossetto e le guance dipinte, neanche avesse ancora settant'anni.
E poi quello scostumato del Cavalier Casotti che quando mi vede si toglie il cappello, mi saluta con un piccolo inchino e comincia con le sue chiacchiere: "Ma come la trovo bene signora Adelina", "Le andrebbe un caffè signora Adelina?", "Io vado sempre in balera, perché non ci viene anche lei signora Adelina?"
Ma per chi mi ha presa? Se il bastone non mi servisse per camminare gliel'avrei già spaccato su quella capoccia pelata.

Continua...

9 commenti:

Juhan ha detto...

Bello! e pensa che bello: adesso conosco una scrittrice che tra un po' diventa famosa e allora vado in libreria (anzi in tutte le librerie) e prendo il libro in mano e dico, tra me ma forte che lo sentano tutti. "Ah, si la mia amica Jane..."

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Ed il premio per "il miglior commento di tutti i tempi su Radio Cole" va a Juhan!

E non si dica che sono una donna che si fa annebbiare facilmente dalle lusinghe :P

Anonimo ha detto...

Una bellissima storia, un po' amara, un po' ingiusta, un po' vera....come la vita! Sei brava, complimenti!
Monica

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Monica: grazie e benvenuta!

Anonimo ha detto...

Da Licia:
Jane, il tuo stile e la tua capacità di tenere il lettore incollato alla pagina (anzi, allo schermo), mi stupiscono di più ad ogni lettura...
Proporrò all'editore di Zafon di sostituirlo con te! (ho finito da poco "Le luci di settembre" e mi sono dovuta trattenere dal buttarlo nella spazzatura! Colpa mia che mi ostino a comprare i suoi libri.)

la volpe ha detto...

Non ci credo.... mi assento pe piu' di un anno e cosa becco nel farti un saluto??!!!
Il racconto di adelina.....
Mi sembra di non essere mai andata via.

kisssss

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Licia: wow, quanti bei complimenti! Grazie mille! Spero proprio che ti piaccia anche la mia ultima "opera" ;)

@LaVolpe: volpacchiotta mia, ben tornata!!!
Noooooooo giuro che, nel frattempo, ho scritto anche qualcosa di nuovo! :D
Ho persino aperto un secondo blog (book blog) www.pancraziainberlin.blogspot.com ed avviato una nuova attività http://www.radiocole.blogspot.it/p/racconti-su-misura.html

Chi si ferma è perduto! :P

Lumaca a 1000 ha detto...

"Adelina" mi era piaciuto un sacco!

la volpe ha detto...

caspiterina jane.... che si ferma è perduto ma tu così rischi di far perdere me nella blogsfera!!!
Comunque adesso andrò anche a curiosare in questi altri blog.

un graffio sul nasino dalla volpe

 

Blogger news

Blogroll

About