martedì 31 maggio 2011

Facezie e pinzillacchere

Un post senza pensieri per far correre felici le dita sulla tastiera.

(Dal sito www.affaritaliani.libero.it)
Udite, udite: Fox, l'oroscopante dai colori pastello, ha annunciato l'inizio di una nuova meravigliosa fase per il Capricorno. Io gli credo ciecamente.
Chi di voi dubita della sua parola è sicuramente di un altro segno e quindi lo fa per invidia. Perché è cosa nota che voi poveri reietti, no corna, zoccoli e coda di pesce muniti, siate tutti solo dei gran rosiconi.

Nel giro di pochi giorni io ho già potuto constatare i primi cambiamenti. La settimana scorsa ero una donna di sana e robusta costituzione ed ora sono una larva gracchiante. Ma anche se tossisco come una novantenne bronchitica ed ho l'occhio da moribonda, sappiate che la mia voce ne ha guadagnato parecchio, passando dal registro "gallina strozzata" a quello "maialona ruggente".

Attualmente sto valutando due allettanti proposte di lavoro. Secondo voi è meglio l'intrattenitrice da linea erotica o la stalker telefonica su commissione?

venerdì 20 maggio 2011

Effetti devastanti di una gita in Corsica su una mente labile

A Jane, donna volubile e tendenzialmente instabile, sono bastate poche ore ad Ajaccio per perdere completamente la testa.
Sono bastati il vento che le scompigliava i capelli ed il colore del mare che le riempiva gli occhi per innamorarsi della Corsica tutta. Sono bastati il fascino di una cittadina stropicciata e la bellezza di un entroterra senza fronzoli per sentirsi a casa. E' bastata la fiera di San Pancrazio, che l'ha accolta appena sbarcata al porto, per farle credere di aver trovato finalmente il proprio posto nel mondo, la tessera angolare del proprio puzzle.

Travolta da questi sentimenti Ella si è vista camminare in riva al mare con un cappello a tesa larga ed i piedi nudi, bellissima e snella. Perché i sogni devono essere esagerati per definizione.
Si è riconosciuta mentre cercava l'ispirazione stringendo tra le proprie mani  un quaderno a quadretti ed una penna stilografica. Perché i sogni devono racchiudere una poesia che la tecnologia rovinerebbe. 
Si è scoperta in una piccola fattoria a sfornare romanzi epocali e formaggi di pecora. Perché i sogni devono avere sapori e odori forti.

La tentazione di mollare tutto e restare tra i carruggi corsi per sempre è stata grande ma per fortuna Jane ha un degno compagno che l'ha costretta a rinsavire in fretta.
"Bello qua, vero Ciccio?"
"Sì."
"E' una terra così ispirante."
"Mi hai tolto le parole di bocca."
"Io vorrei restare qua per sempre."
"Davvero? Anch'io vorrei restare qua."
"Potremmo prendere una fattoria e vivere dei prodotti della terra."
"Io veramente avrei un altro progetto. Vorrei diventare importante e potente come Napoleone. Partire da qua per conquistare il mondo. Lui ha fatto tutto ciò che ha fatto in soli 52 anni di vita. 52, capisci? Io sono indietrissimo!"
Jane, dimenticate pecore, formaggio, carruggi, cittadine stropicciate, cappelli di paglia, quaderni a quadretti e fiere in suo onore, ha trascinato il di lei consorte sulla terraferma cercando, nel frattempo, di rintracciare il primo psichiatra o, in alternativa, il primo esorcista disponibile.

Fiera di San Pancrazio

NdA: La mente labile del titolo ovviamente non era la mia.
O perlomeno la mia non era la più labile.

lunedì 16 maggio 2011

Ci sono.

A breve tornerò.
Abbiate fede.

Vi eravate accorti che non postavo da un po', vero? Vero? Verooo???
 

Blogger news

Blogroll

About