venerdì 28 gennaio 2011

La sospensione dell'incredulità(*)

Carlos Ruiz Zafón ha il dono del racconto.

Questo autore catalano non è certamente la penna più sofisticata o talentuosa in cui io, nella mia lunghissima carriera da lettrice, mi sia mai imbattuta, ma è sicuramente una delle più ipnotiche.

Zafón è in grado di condurre il lettore nel suo mondo magico con incredibile abilità. Solo una volta che ci si è lasciati alle spalle anche l'ultima pagina del libro e che si ha finalmente riacquistato il senno ed il raziocinio, emergeranno prepotentemente le incoerenze e le ingenuità della storia appena letta. Ma intanto, per giorni o settimane, si sarà piacevolmente soggiaciuto alla trascinante malia dell'autore.

Un sortilegio che ha l'effetto di un forte vino rosso spagnolo: ti rende la testa leggera, ti mette allegria e ti fa buttare alle ortiche il senso critico.

Carlos Ruiz Zafón ha il dono del racconto e la mia è tutta invidia.

(*)La sospensione dell'incredulità.

giovedì 27 gennaio 2011

Memoria in piazza

Stasera, in occasione del giorno della memoria, l'Accademia dei Sensi ha organizzato la lettura del libro "Fratture".

Risparmiata dalla tragedia ma scottata dalle perdite, la scrittrice ebrea Irit Amiel mescola passato e presente, Polonia ed Israele, dolore e speranza.

Appuntamento alle 18.

martedì 18 gennaio 2011

Una poltrona (troppo stretta) per due

La cara Godot del delizioso Daily Godot's Weblog ha gentilmente premiato Radio Cole con il Sunshine Award. Un nome che è tutto un programma.
La suddetta blogger partenopea ha avuto però la bella pensata di estendere il dono anche a Ciccio.
In pratica, Jane scrive "simpatiche" sciocchezze, sceglie immagini e canzoni, seleziona gli aneddoti e, se particolarmente in vena, si diletta persino in veri e propri racconti, mentre il di lei consorte guarda la tv spiaggiato sul divano come un'otaria ma poi, alla fine dei conti, il premio se lo intascano entrambi.
Ma stiamo scherzando???
Questo blog inizia ad essere troppo stretto per tutti e due.



Jane, e sottolineo Jane, ha scelto di premiare a sua volta Chissene, Godot (ti perdono figliuola), Wonderland, BStevens, S.B. (bentornato!!!), Alessiuccia(facciamo pace? daiiiii! eddaiiii!), Panzallaria, Lucia, Simo, Ruby, Il Porco e La Coniglia.

Perché?
Come perché?
Perché tutti e 12 mi fanno ridere e m'illuminano la giornata. E questo è il Sunshine Award, o no?

lunedì 17 gennaio 2011

Gli imperscrutabili percorsi della mente di MammaCole

MammaCole: "Figliola mia adorata, in onore del tuo genetliaco ho deciso di regalarti qualcosa che ti potrà essere utile per il corso di aquagym che stai per cominciare"
Jane: "Ti ringrazio mia lungimirante mammina. E, se è lecito domandarlo, in cosa consisterà il dono?"
MC: "Indovina. E' facilissimo"
J: "Ma che simpatica giocherellona la mia augusta madre. Va bene, ci provo: un costume olimpionico con cui apparire tonica e sportiva?"
MC: "Assolutamente no"
J: "Un accappatoio caldo e morbido per essere più glamour di Marilyn?"
MC: "Neanche"
J: "Delle ciabattine colorate?"
MC: "Ma per carità!"
J: "Un borsone con cui trasportare tutto l'ambaradan?"
MC: "Noooooo"
J: "Ma allora cosa?"
MC: "Figlia mia, ti facevo più perspicace. Non ti arrendere. Ritenta."
J: "Una cuffia?"
MC: "No"
J: "Un lucchetto per chiudere l'armadietto?"
MC: "No"
J: "Un abbonamento annuale dall'estetista per essere sempre depilata e morbida come i polpaccetti di un neonato?"
MC: "No"
J: "Un paio di pinne???"
MC: "Ma nooo"
J: "Ciambella? Braccioli? Tavoletta?"
MC: "No. No. No."
J: "Madre, la mia pazienza sta raggiungendo il suo limite, saresti così gentile da svelare il mistero prima che mi venga un attacco d'ulcera?"
MC: "Mi stai dicendo che ti arrendi?"
J: "Si"
MC: "Che peccato, era così divertente. Ma ne sei sicura?"
J: "Mai stata così sicura in vita mia!"
MC: "Allora te lo dico?"
J: "Sputa il rospo...ops...volevo dire...svelami l'arcano, di grazia."
MC: "E va bene: una tuta."
J: "Eh???"
MC: "Una tuta."
J: "Per la piscina?"
MC: "Sì, come hai fatto a non indovinare? Era ovvio."


...bah...

domenica 9 gennaio 2011

I am the Queen!

Ogni anno la stessa storia.
Io amo festeggiare il mio compleanno. E detesto festeggiare il mio compleanno.

Mi piace l'eccitazione dell'attesa, le dimostrazioni d'affetto che mi riempiono il cuore e persino la carta regalo colorata e rumorosa che mi entusiasma come se avessi ancora 5 anni.
Non mi piace il tempo che scorre, la giovinezza che fugge ed i bilanci che si chiudono inesorabilmente in negativo.

Anche quest'anno ero pronta ad affrontare questa giornata divisa tra la gioia e la tristezza, l'entusiasmo ed il malumore.
Ma tutto è cambiato.
Tutto è cambiato alle otto e trenta di questa mattina quando LAmicaMeri dall'India, dov'è in vacanza, mi ha spedito un'email di auguri.

Sapere che la mia storica, adorata, insostituibile amica si sia ricordata dell'occasione nonostante si trovi a più di 6000 km di distanza da me ha trasformato una giornata uggiosa in un fantastico giorno di sole.
Al diavolo le paranoie, la pioggia e tutto ciò che non funziona come dovrebbe: questa è la mia giornata!
Io sono la Regina ed ordino a tutti di far festa!

Anzi, dirò di più, quest'anno festeggio oggi e pure domani. Ecco!

giovedì 6 gennaio 2011

Let it snow

La Relatività è passare da -10° a -2° centigradi e ritrovarsi ad esclamare convinti: "Che bello, oggi non fa freddo!"

 

Blogger news

Blogroll

About