venerdì 9 dicembre 2011

Un tranquillo pomeriggio di delirio

Oggi mi ero ripromessa di fare mille cose e, per tutta la mattinata, ero riuscita più o meno a mantenere l'impegno. Poi, verso l'ora di pranzo, mi è partito l'embolo, mi si è impazzito il neurone e, senza nessun motivo valido apparente, ho deciso di prendere tante ore, utilizzabili in fruttuose attività, e buttarle letteralmente nel cesso.

Dimostrando per l'ennesima volta di essere un'emerita fessa ho scelto di prodigarmi nella terribile attività cosiddetta "diamo una sistemata al blog".
Orrore e raccapriccio.

Ho passato un tempo infinito a scandagliare il web tutto alla ricerca di una grafica che si adattasse a me ed alla mia amata Radio Cole.
Che l'operazione sarebbe stata difficile già lo sapevo, ma non avevo calcolato che alla mia cronica indecisione, alla mia paura dei cambiamenti, alla mia ansia da prestazione applicata a tutti gli ambiti, si sarebbe aggiunta la consulenza telefonica del mio fidanzato.

Sì, proprio lui, il noto e tanto amato Ciccio che, ad ogni nuovo sfondo, si premurava di darmi un suo attento giudizio telefonico. E così abbiamo trascorso il pomeriggio scambiandoci piacevolezze del tipo:

"Che ne dici di questo?"
"Fa schifo!"
"Ciccione"

"Questo ti piace?"
"Questa carta da parati da vecchia? Ma stai scherzando?"
"Ti odio!"

"E questo?"
"Fa un po' meno schifo degli altri"
"Ma vaff..."

Insomma alla fine vada per il gufetto sul ramo. Potrebbe restare per i prossimi vent'anni o durare venti minuti. Non lo so. Ma ora sono davvero stufa, a un passo dall'esaurimento nervoso e quindi mi arrendo. E vi prego non ditemi niente. Pure se lo trovate orribile: lasciatemi andare in giro con gli spinaci in mezzo ai denti. Ne avete facoltà.

Quasi dimenticavo, i più attenti di voi si saranno accorti che la grafica non è l'unica cosa ad essere cambiata. Nella colonna di destra, sotto l'inequivocabile logo del Carosello, ho aggiunto dei video pubblicitari.  
Quella è pubblicità. Vi interessa? Cliccatela.
Non v'interessa? Ignoratela. Anzi stateci proprio lontano perché purtroppo, se ci si passa sopra con il mouse, il quadrato si allarga e diventa molesto. Io vi ho avvertiti.

Gli argomenti ed il tenore dei post rimarranno invariati, state sereni.
E non tenetemi il muso, per cortesia, che mi sento già sufficientemente mercenaria da sola senza bisogno che mi facciate la predica voi. Perdincibacco! C'è crisi. Ve lo devo dire io?

Ok. Ora vado a farmi una camomilla. Direttamente endovena.

10 commenti:

Mammamsterdam ha detto...

Il gufetto è una delizia e (mea culpa) era un po' che non passavo, quindi chi se lo ricorda com' era prima? (Li adori i lettori poco assidui, vero?)

E non sentirti mercenaria per niente, credo che nell' ultimo paio d' anni la sensibilità comune in proposito si sia ammorbidita, praticamente mi devo puppare la pubblicità ovunque che arricchisce grandi aziende di cui no mi frega niente, vuoi che una blogger che mi piace che sperimenta strade nuove mi debba dar fastidio proprio lei? Anzi, prima o poi fai un consuntivo e facci sapere che effetti ha mettere i video pub.

LA CONIGLIA ha detto...

il gufetto è adorabile e per il resto sottoscrivo ciò che dice mammansterdam!
Dai tesoro che ormai il peggio è passato :)

Mario l. ha detto...

Approvo il nuovo sfondo.
Lo spinacio se n'è andato e puoi dormire sogni tranquilli.
;-)

Le FUNKFUNK16 ha detto...

A me piace moltissimo il nuovo sfondo, ogni tanto bisogna cambiare. Anche le Funkfunk hanno trasformato il loro style. Sul gufo poi, potresti scriverci qualcosa no?
In ogni caso i nostri giudici più severi sono proprio le nostre metà ;)

Lola

Tendallegra ha detto...

E' carino questo nuovo vestitino del blog, innanzitutto perchè lo sfondo è chiaro ed io lo preferisco sempre e poi perchè l'arancione ti sbatteva un po'ora che l'abbronzatura è andata via.
Il gufetto poi è caruccetto assai assai e rimanda a pensieri magici, magari all'annuncio di novità, oppure a Gianni Morandi ...
quel gufoooooooooooo
con gli
occhialiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

vabbè, la smetto... :o)))

Piuttosto... ma quanto si guadagna? Mi ci esce un nuovo paio di scarpe?

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Mammamsterdam: ma certo che adoro i lettori poco assidui, specialmente se lasciano un così bel commento :D

@La Coniglia e Mario: avete visto come sono stata brava? In fondo c'ho perso solo mezza giornata e mezzo fegato O_o

@Lola: bella l'idea di scrivere qualcosa sul gufetto. Se mi dovesse venire un'ispirazione decente lo farò senz'altro.

@Tendallegra: è troppo presto per fare un bilancio. Ma tu per scarpe intendi anche un paio di ciabatte prese al supermercato? :P

Lumaca a 1000 ha detto...

Ma che carina la nuova graficaaaaa!!!!! La pubblicità fingerò di non averla notata ;)
Senti volevo dirti che prenderò spunto da te per parlare più spesso di Francesco Azzarà, anche io tengo da tanto esposta la sua foto, ma è troppo poco, sarà poco anche parlarne più spesso sul mio blog visto che non è poi così frequentato, però cercherò di fare passaparola!

Tendallegra ha detto...

NO!
SGRUNT!

Spiessli ha detto...

Anche a me il gufetto piace assai! Comunque capisco lo snervamento da sfondo, io non ne sono ancora uscita. Ma per il momento va bene così.
La pubblicità... Vabeh, basta ignorarla, no?

letteredalucca ha detto...

viva il gufetto! (e viva quello con gli occhiali della canzone! da bambina la adoravo. e anche adesso a dire il vero).
mi piace il vestitino nuovo del blogghino. e sinceramente anche a me interessa sapere se la pubblicità vale la candela! :)

 

Blogger news

Blogroll

About