martedì 6 settembre 2011

E quando mi ricapita?

L'altro giorno su twitter Einaudieditore ha fatto partire il trend #storiebrevi e tutto l'italo mondo tuittero l'ha seguito. Bisognava scrivere un racconto avendo a disposizione solo 127 caratteri. Spazi inclusi. Una storia breve, anzi brevissima.

Un gioco, una sfida, un'esibizione d'intellettuale vanità che ci ha coinvolto in molti.
Ho letto vicende drammatiche o lievi, divertenti o introspettive e, a mio insindacabile giudizio, ho deciso di porgere il virtuale scettro di Miglior Storia Breve a writer_arbeiter, il cui racconto spicca per sintesi, ironia ed originalità:

"Scusate il ritardo", disse Dio.

Oggi la stessa Einaudi ha dedicato uno speciale sul proprio sito a questi microracconti. A questo esempio di creatività divertita e divertente che per ventiquattro ore ha cinguettato sul web.

A questo punto vi starete chiedendo: e il titolo che c'entra?
Tra le storie citate nello speciale ce n'è anche una mia. Quindi, di fatto, oggi mi ritrovo sul sito dell'Einaudi Editore.
E quando mi ricapita?

Allego testimonianza fotografica a futura memoria.


8 commenti:

sabrina ancarola ha detto...

Grande Jane! Anche io (ispirata da te) mesi fa feci una serie di mini racconti per twitter :D

ladydarcy ha detto...

Anche io sono stata pubblicata!
Una bella sensazione sì. :)

(Margherita Dolcevita)

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@sabrina: esserti d'ispirazione mi lusinga alquanto ;)

@ladydarcy: sì, ti ho letta. Autocelebriamoci! :)

AD Blues ha detto...

Congratulescion!!!! ;-)

---Alex

amanda ha detto...

Pare molto il riassunto di una famosa sigla di Sandra e Raimondo ma è carina

suarakamansa ha detto...

brava Jane

suarakamansa ha detto...

brava Jane

letteredalucca ha detto...

Bravissima! Il tuo racconto e quello su dio l'ho raccontato a tutti ieri!

 

Blogger news

Blogroll

About