venerdì 21 maggio 2010

Che senso ha frequentare la blogosfera?/2

Si possono leggere testimonianze che non si leggono da nessun'altra parte.

Non con la stessa schietta onestà, non con la stessa comprensibile rabbia, non con la stessa travolgente forza.
Testimonianze che vanno oltre la cronaca dei giornali, la morbosa curiosità dei telegiornali o i pietosi siparietti dei contenitori televisivi.

Questa è la testimonianza di Daniela:
Io ho subito lo stupro. Lui si è sentito offeso.

8 commenti:

pollywantsacracker ha detto...

fa pensare e fa anche tanto male. grazie per averci lasciato il link.

Rabb-it ha detto...

Le testimonianze c'erano anche prima, ma se uno le racconta trova sempre chi dice: Ma non è vero dai...

ah no un momento, quello capita anche nel web.

Quindi?
Mi ricordo bene come quando una donna nei commenti da blackkat le disse che forse il suo bambino non era autistico, magari lo disse con toni e modi sbagliati, ma venne lapidata verbalmente da decine e decine di comentatori furiosi, io mi limitai a leggere.... ora ad oltre un anno, blackcat racconta proprio del fatto che era altro ad affligere il piccolo Alex e non l'autismo, e non ho letto nessuno scusarsi con quella donna... no nemmeno io, lo scrivo solo qui, dove nessuno dei lettori di blakcat forse lo noterà mai.
Spero...o linciano anche me :-P


È meglio quando non commento, vero Jane?

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

una testimonianza dura, vera, priva di quella morbosità giornalistica come hai scritto tu. Da leggere.

mariacristina ha detto...

Grazie Jane della segnalazione, ho letto e forse avrei preferito non leggere ... e non sapere che esistono uomini del genere, verrebbe da dire peggio il compagno dello stupratore.

In quanto a Rabb-it sono pienamente d'accordo, mi spiace dirlo ma dell'autismo si parla il + delle volte a sproposito, quasi fosse una moda, e mi spiace ancora di + dire che molti operatori sono veramente incompetenti riguardo al problema e in tanti e troppi ne parlano a vanvera.

Panzallaria ha detto...

bellissimo il titolo di questo post. e molto attuale, proprio ora che il decreto alfano rischia di creare ombre pesanti sulle notizie che filtrano dai blog.
grazie della riflessione e del link
panzallaria

suarakamansa ha detto...

mi ha fatto riflettere su come molti anni fa la pensavo come lui.
me ne vergogno e vi chiedo scusa.
adesso sono cambiato. proverei dolore e rabbia e desiderio di vendetta senza confini.
ma ancora una volta non è la cosa giusta e vi chiedo ancora scusa.
ci devo lavorare un po di più. scusate di nuovo.

Mrs Quentin Tarantella ha detto...

Hai espresso in poche righe quello che è anche il mio pensiero...e ho ritrovato la parola "blogsfera" che mi ha lasciato il mio socio-blog svanendo nel nulla (della blog-rete)...
:-) Mrs QT

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@suarakamansa: grazie per il tuo commento

 

Blogger news

Blogroll

About