lunedì 22 febbraio 2010

Se ne riparla fra otto anni

Per otto anni Jane è andata a lavoro con abiti e scarpe comode.
I primi perché, indossando il camice, non ha mai pensato valesse la pena addobbarsi troppo e le seconde perché, dovendo lavorare per lo più in piedi, usare calzature basse e confortevoli le è sempre parsa l'unica scelta ragionevole.

Ieri c'è stata la svolta.
Jane è stata colta da un'improvvisa, inspiegabile ed inopportuna voglia di vestirsi da femmina. E così, al bando pantaloni e ballerine, la sventurata ha optato per un miniabito di maglia ed un paio di aggressivi stivali.
Con questo nuovo look Ella si sentiva gnocca, altissima e meravigliosamente donna.

Ad inizio mattinata Jane era una panterona con l'incedere sensuale e sicuro di Naomi Campbell.
All'ora di pranzo i suoi leggiadri piedini avevano ormai lasciato il posto a due zamponi bolliti e la falcata felina era stata sostituita da un'andatura sgraziata e traballante degna di un pachiderma zoppo.
Dalla Venere Nera ad Antonella Clerici in sole cinque ore.

Che questo post funga da promemoria:
"La prossima volta che metterò i tacchi al lavoro sarà fra altri 8 anni. Lo giuro su Le Tagliatelle di Nonna Pina!"
Jane Pancrazia Cole

18 commenti:

MasterMax ha detto...

ohhhhhhhhhhhh.... pazza lei....
Ma daiiii, non mi dire che rinunci così alla prima difficoltà!

adblues ha detto...

Ma vuoi mettere la soddisfazione ?

Uno degli svantaggi di essere uomo è quello di non potersi permettere una cosa del genere!!!

---Alex

Alessandra ha detto...

ricordo un lunedì a Milano per lavoro in stivali e gonna... al ritorno scendendo dal treno piangevo di gioia guardando la mia auto! noooo preferisco le tennis e i miei cari vecchi jeans :-)
un bacio
Ale

mariacristina ha detto...

Io non riesco a sopportare vestiti attillati e scarpe coi tacchi, però se proprio vuoi provare l'effetto gnocca puoi sempre tenerti un paio di belle scarpe basse in borsa e mettertele al lavoro. Anche la Hunziker quando è a Striscia ha le pantofole sotto il bancone. Un abbraccio, e metti i piedi nell'acqua calda con un po' si sale grosso vedrai che vanno a posto.

mich ha detto...

certo giorni non vado al lavoro in pigiama per pudore...

Mario l. ha detto...

Sinceramente preferisco le donne con i vestiti comodi e le scarpe basse.
Devi vedere che lotte che faccio con Nuvola per farle mettere le scarpe sportive!
Tsk...
Mi chiedo io cos'hanno le donne di strano...

Papàciaocacao ha detto...

No, per me non c'è storia: tacchi, meglio se a spillo.
Mia moglie però non è d'accordo, dice che fanno male e sono scomodi da morire.
Purtroppo la sofferenza fa parte del gioco...

Nuvola ha detto...

Jane non mollare..è solo questione di abitudine! :D


Sinceramente, i tacchi non li userei per un lavoro come il tuo però per una passeggiata serale si possono pure indossare, basta non lamentarsi col ragazzo presente altrimenti al primo negozio di scarpe sportive ti consiglierà di prendere un paio di comodissime Puma bianche e blu da indossare immediatamente (la sera stessa) per poi diventare le tue preferite.

P.s ogni riferimento a persone, cose e scarpe è puramente voluto.

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

I tacchi sono eleganti e mi piacciono, ma delle volte sono una tortura incredibile.
E' profondamente ingiusto che a noi donne ci tocchi sempre soffrire.
E no, prima che lo diciate voi (commentatori uomini), lo dico io: la scocciatura di farsi la barba tutti i giorni non è minimamente paragonabile a tacchi a spillo, ceretta, dolori mestruali e parto!!!!....grrrrr....

@mariacristina e mich: pantofole e pigiama sotto il camice....un'idea fantasica!!! :D

@Nuvola: hai perfettamente ragione, utilizzare i tacchi con un lavoro come il mio è stata una scelta suicidia e pure un bel po' cretina :(

@Mario e Nuvola: ma come siete cariniiiii ;)

MasterMax ha detto...

hai dimenticato che oltre la barba tutti i giorni abbiamo anche la cravatta: altro che tacchi! Tenere quella per una giornata, tutti i giorni è una vera tortura... tzè!

MAURIZIO ha detto...

Ma, cara Jane, le svolte richiedono impegno e costanza. Fai così, metti da parte stivali e abito in maglina e passa a tuta in latex nero e stivaloni sado-maso tacco dieci stile "se ti prendo a calci ti infilzo" e vedrai che le cose cambiano... su, dai... prova

Tendallegra ha detto...

Sai perchè è successo tutto ciò???

PERCHE' NON STUDIIIIIIIIIIII!!!!

ABITUARSI AI TACCHI E' QUESTIONE DI COSTANZAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!

TI DEVI APPLICARE!!!

Per questa volta ti rimando, ma la prossima volta ti becchi un 4!!!
TSE'!

P.S. Per il tuo tipo di lavoro certamente non è una scelta indicata, diciamo che ti sei voluta fare del male, ma almeno quando non lavori il tacco mettilo. Io ti vedo: lo sò che sei bellizzimizzima.... :)))

veronica ha detto...

ahahahah l'ho fatto anche ioooo durante un paio di uscite, mooolto Antonella Clerici...ho pure beccato un paio di vetrine specchio sui quali potevo ammirare la camminata in tutta la sua terrificante goffagine! Meglio a proprio agio, decisamente!

CONFEZIONI BOOTIS ha detto...

Ciao,vuoi fare uno scambio link?
Saluti
Giacomo

Ross ha detto...

Scarpe da ginnastica, jeans sbrindellati e felpe o magliette comode, sempre. La vita è già abbastanza difficile di suo per complicarla ulteriormente indossando tacchi instabili, calze che si smagliano e vestiti che si stroppicciano solo a guardarli.

Senza contare che con un look non proprio provocante agli occhi maschili si impara a sviluppare il proprio potenziale di sensualità puntando su altre qualità più profonde. (E, cosa altrettanto importante, si evita al vostro compagno l'imbarazzo, nel darvi un bacio, di doversi praticamente arrampicare su di voi per superare i dieci centimetri di tacco che vi separano. Sarebbe un colpo troppo duro per il fragile ego dei nostri maschietti, non siate così perfide! :)).

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Mastermax: cravatta al collo e fede al dito da sopportare, che vita d'inferno è la tua! :D

@Maurizio: mascherina e frustino, no? Quando le cose si fanno bisogna farle per bene...cribbio!

@Alessia: maestra carissima non mi sgridare, io sui tacchi ci sò stare e ci faccio anche la mia porca figura, ma non li metterò mai più sul lavoro, mai più!!!

@Ross: ma tu sei giovanerrima, io ormai (sigh) ho un'età in cui ogni tanto mi piace travestirmi da DONNA. Travestirmi perché nell'animo io ho ed avrò sempre 19-20 anni, non uno di più ;)

mafalda ha detto...

I tacchi li adoro, ma non li metto mai!!!!!!!!!!!!Troppo dolore!!!Talvolta anch'io ho il ghiribizzo di vestirmi da femmina e poi torno a casa con le polpette non con i piedi!!!Ricordo il giorno del mio matrimonio!!!!!!Blu era il colore dei miei piedi, tacco di 9 centimetri, caldo infernale, circolare bloccata, a fine serata, non sono più riuscita a rimettere le scarpa, ho salito le scale scalza!!!Mi è persino venuta la tendinite ai pollicioni!!!!!!!!!Doloreeeeeeeeeee, tanto doloreeeeeeeeeeee... cmq anch'io per il lavoro niente tacchi.....E lo so che per uscire la sera si può anche fare, talvolta lo faccio, ma che piacere avere anche per uscire scarpe comode!!!!!
Un bacio cara Janina!!!!!!

Taglia ha detto...

Ma io opterei per il compromesso: tacchi o stivali fino a mezzogiorno, e poi cambio veloce pantofole e pigiama :D

 

Blogger news

Blogroll

About