lunedì 15 febbraio 2010

Post di decompressione. Che poi, a rileggerlo, è persino carino.

E' già accaduto in passato e certamente succederà ancora in futuro.

Mi blocco.
La mia mente si fa fertile quanto il deserto.
Non mi viene un'idea decente per un post neanche a pagarla oro.
Più i giorni passano, più il Censore che vive nella mia testa diventa severo e boccia sul nascere ogni timida proposta.
Come? Non ne avete uno anche voi? Una voce acida che critica ogni argomento scelto, insinua dubbi su congiuntivi e condizionali, bolla metà delle cose che scrivete come spazzatura?
No? Beati voi.
Io ce l'ho.

In questi 2 anni, quasi 3, di onorata carriera da blogger ho imparato che c'è una sola cosa che può aiutarmi a ritrovare la via.
No, non è la droga.
No, non è la fede.
No, non è neanche la Sacher Torte.
E' il Post di Decompressione.

Uno scritto inutile, privo di contenuti, la cui unica funzione è quella di dare qualcosa da leggere a voi, che vi starete iniziando a chiedere dove sia finita, e di zittire il succitato Censore che, di fronte a tanta vuota ovvietà, rimarrà senza parole.

Ogni Post di Decompressione che si rispetti deve essere accompagnato da un po' di musica.

All together:
I'll never forget you
They said we'd never make it
My sweet joy
Always remember me

I'll never forget you
At times we couldn't shake it
You're my joy
Always remember me

9 commenti:

Alessandra ha detto...

ma succede a tutti!!!!
...o no?

... ma ne son sicura! CERTA!

un bacio cara Jane in decompressione! vista la partita ieri? bellissima!

Ale

biondatinta ha detto...

io mi decoprimo almeno una volta alla settimana...

Mario l. ha detto...

Post decompressione ce vò... a saperlo prima non passavo un mese e mezzo senza scrivere nulla.
Vedi tu...
Molto solidale!

Ross ha detto...

Decomprimi, decomprimi... :)

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Alessandra: bella la partita, ma non mi dispiacerebbe riuscissimo a fare il "colpaccio" una volta tanto

@biondatinta: benvenuta!

@Mario: ti devo sempre spiegare tutto, eh?

@Ross: ok, ok ;)

mich ha detto...

la decompressione passa anche attraverso un post scritto in modalità "write or die", hai presente? metti il cronometro, non più di dieci minuti, non badi alla sintassi né all'ortografia, scrivi di getto e basta, qualunque cosa, senza rileggere neanche una riga e clicchi 'pubblica'.

mariacristina ha detto...

Decomprimiti, noi ti aspettiamo! Io proverei lo stesso con una fettina di Sacher, in ogni caso fa bene al morale. Ciao!

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@mich: con la tua tecnica mi macchierei di "omicidio premeditato di Petulante Censore".
Non credo di avere la forza di affrontare le conseguenze, penali, grammaticali e morali, di un tale gesto.

@mariacristina: non hai tutti i torti :P

Lumaca a 1000 ha detto...

nella mia testa non ho un semplice censore ma qualcosa che somiglia ad un esercito di censori...e devo dire che i post di decompressione funzionano anche secondo me!

 

Blogger news

Blogroll

About