mercoledì 30 dicembre 2009

Erasmus (15. Casa dolce casa)

"Sarai l'ultima tra di noi a trovare casa, ma vedrai che sarai quella a trovare il posto migliore"
Con queste profetiche parole Eli si congedò.

Io rimasi da sola a leggere l'annuncio. Rispondeva ad ogni mio desiderio: giusto il quartiere, perfetto il periodo, onesto l'affitto.
Questa era la mia ultima occasione.
Da un lato avevo la nanetta odiosa; dall'altro il gattaro-serial killer; di fronte, splendente, una perfetta via d'uscita.

Il giorno dopo mi recai all'appuntamento.
Il palazzo era il classico vecchio edificio della Berlino est: scrostato e trascurato, ma deliziosamente bohemienne.
Venni accolta da Anja, la proprietaria tedesca e Marije, la coinquilina olandese.
La prima a gennaio sarebbe partita per trascorrere qualche mese in un'università brasiliana e voleva affittare la sua stanza dal primo di gennaio al 15 aprile. Mentre parlava del Sud America nei suoi occhi non si leggeva tanto l'entusiasmo accademico, quanto quello per le lunghe spiagge bianche e soprattutto per gli scultorei ragazzi carioca strizzati in micro costumini.
La seconda era una studentessa erasmus, olandese di nascita, svizzera d'adozione ed australiana da parte paterna. Carina e simpatica, per mettermi a mio agio dichiarò di saper parlare un po' d'italiano. In realtà risultò subito chiaro che sapesse dire solo quattro parole in croce, ma io apprezzai comunque l'impegno.

L'appartamento era fantastico, la camera meravigliosa, Anja gentile, Marije uno zuccherino.
Era decisamente tutto troppo bello per essere vero.
Le probabilità che una tale fortuna potesse capitare a me erano scarsissime.
"In quanti hanno già visto l'appartamento?", leggasi "Che posto occupo in graduatoria? Sono almeno nella top 100?"
"Nessuno, sei la prima. Abbiamo appena messo l'annuncio."
"Io avrei un po' di fretta. Quanto ci vorrà per sapere qualcosa?", leggasi "Ditemi subito che preferireste essere morse da un coguaro piuttosto che affittare la stanza a me e togliamoci il pensiero!"
"Se vuoi te lo diciamo subito: per noi vai bene tu."
"Danke", leggasi "Alleluia, Alleluia, Alleeee-luia"

Marije ed io avremmo diviso per tre mesi e mezzo un appartamento da sogno in Marienburgerstrasse a Prenzlauerberg.

Eli, la profetessa romana, aveva avuto ragione.

Continua...

Prologo, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14

13 commenti:

Rabb-it ha detto...

^_^
Quando si dice cogliere l'attimo!

^_^

Anche per dare un'ultima sbirciata ai blogamici prima dell'arrivo dell'anno nuovo.
Sì lo so che è solo il trenta oggi.
Mi porto avanti!

^_^

Ciao.

Alessandra ha detto...

fantastica Jane!!! bellissimo epilogo! ...certo che il coguaro!!!! :P

meriti un abbraccione e tutti i miei auguri più cari per il nuovo anno! con affetto,
Ale

MAURIZIO ha detto...

Il commento al post me lo riservo per dopo. Ma prima dello scoccare della mezzanotte volevo lasciarti i miei auguri. Un abbraccio

Alligatore ha detto...

Chiapperi, è arrivato il seguito ora, che devo scappare al cenino...lo leggerò nel 2010, intanto auguri!

Alessandra ha detto...

...aspetto che due felpe rosse e un fiocchetto ...sempre rosso ... si incontrino "per davvero" ... davanti a una tazza di cioccolata fumante poi ci faccio un bellissimo album fotografico. Quando vieni a trovarci?

^______^

Ale

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Buon anno atutti voi!

@Ale: potremmo trovarci tutte e tre, felpe e fiocchetto compresi, a Milano.
Sarà un incontro storico, epocale, spettacolare! :P

Alligatore ha detto...

Bella storia a lieto fine ...ma non c'è la fine, e allora, come te la sei spassata con Marije? "Jane e Marije" sembra il titolo di un bel film impegnato...

Ross ha detto...

Fiocchetto rosso e radioattivo presente. ;)

mariacristina ha detto...

Grazie per gli auguri, Buon Anno anche a te. Sono un po' presa per i preparativi della partenza del figlio n.2 per gli USA, due valigie da 23 kg. da aiutare a preparare per 6 mesi di lontananza!

AmosGitai ha detto...

Nell'augurarti buon anno invito te e i tuoi lettori a votare i migliori film ed interpreti del 2009.

VOTA I MIGLIORI FILM ED INTERPRETI DEL 2009!

LA CONIGLIA ha detto...

carpe diem ;)

JAENADA ha detto...

A me viene in mente la famosa storiella orientale: "E chi ti dice che sia una fortuna?....".Magari il gattaro,invece di un serial-killer,era una specie di "Principe cerca moglie",ricco e grande amatore che frequentava quartieri malsani alla ricerca della sposa ideale.E tu oggi staresti a capo di un qualche sultanato struggendoti tra shopping e idromassaggi.. :)

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Alligatore: a poco a poco verranno aggiunti tutti i pezzi mancanti.

@Ross: :D

@mariacristina: auguragli buon viaggio da parte mia! :)

@la coniglia: esatto!

@Jaenada: non avevo mai considerato questo differente punto di vista...mi viene da piangere...

 

Blogger news

Blogroll

About