lunedì 23 novembre 2009

Donne Pensanti

Da qualche tempo avrete notato un nuovo banner su queste pagine, quello di Donne Pensanti.
Un'iniziativa, nata grazie a Panzallaria, che si pone come obiettivo quello di lottare "contro lo sdoganamento della mignottocrazia", cercando (cito direttamente dal sito)
donne e uomini che abbiano qualcosa di significativo da raccontare sulla percezione del femminile in Italia.
...donne che: lavorano, fanno figli, non li fanno, non lavorano perché, hanno scelto di rimanere quando potevano andarsene, hanno scelto di andarsene quando potevano rimanere, sono precarie, non lo sono, hanno subito discriminazione o ne sono vittime oggi.
...testimonianze maschili sui medesimi argomenti. Il punto di vista dell’altra parte, di coloro che non accettano l’idea merceologica della donna che sembra essere di gran moda oggi, nel nostro Paese.

Anch'io, nel mio piccolo, ho cercato di contribuire con un vecchio racconto, che i lettori più "stagionati" ricorderanno, e che per l'occasione è stato leggermente modificato.

Perché non partecipate anche voi?

Donne Pensanti.

11 commenti:

LA CONIGLIA ha detto...

grande jane!

Ross ha detto...

Un progetto interessante, che può dar vita a una discussione sul femminile più che mai necessaria, negli orizzonti ristretti di quest'Italietta.
Già da quando l'hai segnalato nella colonna qui a destra sto pensando a come potrei contribuire...

Brava Jane.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

L'avevo notato e c'ero andato ma sembrava essere (almeno per la parte propositiva dei post) riservato solo a donne e non mi era parso che fosse possibile collaborare anche a noi maschietti :-)))

Invito che valuto. Dipende anche cosa si può postare. Una poesia per es?

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Daniele: il punto di vista di un uomo non è solo ben accetto, ma necessario.
L'idea di una poesia al posto di un racconto a me sembra ottima, soprattutto conoscendo il tuo grande talento. Ma devi comunque scrivere alla responsabile del progetto e chiedere a lei panzallaria73@gmail.com

cautelosa ha detto...

Hai raccontato una vicenda che purtroppo accade più spesso di quanto si possa immaginare...
E purtroppo non tutte le donne umiliate, picchiate, sofferenti hanno lo stesso coraggio che ha avuto Paola...
Ciao, Jane!

MAURIZIO ha detto...

E' una iniziativa importante. Perchè spesso basta anche un semplice "gesto" di "condivisione" a dare il coraggio e il sostegno di cui si ha bisogno. Fa bene anche agli uomini, perchè non siamo altro che l'altra faccia della stessa medaglia...
Notte

mariacristina ha detto...

Bellissima idea!

Mikim ha detto...

ciaaoooo jane!!! ottima iniziativa, grazie per avercene parlato :)
un abbraccio!
P.S. nonostante l'assenza sono andata a leggere la nuova post-puntata di Erasmus... bellissima, come sempre!

Alessandra ha detto...

ciao piccola Jane tutto ok?
un bacio
Ale

Alligatore ha detto...

Ci penso, ci penso, mi piace, utile e necessario.

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

@Mikim: ma ciaoooo, è bello sapere che ogni tanto passi ancora di qua. Un bacio

@Ale: tutto ok, ma sono molto presa e poco ispirata. baci

 

Blogger news

Blogroll

About