sabato 21 giugno 2008

libri,libri,libri,...

Alice, qualche tempo fa, mi appioppò un meme.
Ormai non posso più ciurlare nel manico, ho temporeggiato già abbastanza, anche una procrastinatrice olimpionica come me capisce quand'è giunto il momento di agire!

Tema. Quali sono gli ultimi 10 libri che hai letto?

Svolgimento.

Come Dio comanda, Niccolò Ammaniti.
L'autore romano non si smentisce e descrive la provincia italiana ed il suo degrado con intensità.

Ma io vorrei sapere solo una cosa: Niccolò, che ti è successo di tanto traumatico quando eri un ragazzino? Perché racconti sempre di preadolescenti con vite tristi, famiglie allucinanti e la sfiga attaccata come un gatto alle mutande?

I personaggi di Ammaniti hanno sempre esistenze disgraziate che non possono che peggiorare.
Questo libro, in particolare, è cupo dall'inizio alla fine. Anche il protagonista manca della dolcezza che caratterizza Pietro di "Ti prendo e ti porto via" o Michele di "Io non ho paura".
L'autore scrive molto bene, le storie sono avvincenti, ma si sente la mancanza di un raggio di sole, di una vaga speranza.


Il giorno in più, Fabio Volo.
Premetto che Volo mi è sempre stato cordialmente antipatico. Non mi piace in tv, non lo ascolto in radio, ho evitato di vedere i suoi film ed avevo intenzione di ignorare anche i suoi libri. Questa mia idiosincrasia non ha nessuna base logica, semplicemente tutto di lui mi irrita.
Mia cugina non era a conoscenza di questi miei sentimenti e quindi mi ha regalato l'ultimo suo libro.
Superando tutti i miei pregiudizi l'ho letto e, contro ogni previsione, non mi ha fatto neanche tanto schifo!
Di sicuro non è un capolavoro. Volo usa tutti i cliché possibili ed immaginabili sui trentenni di oggi per confezionare una storia d'amore molto cinematografica. Troppo cinematografica.
Purtroppo io di anni ne ho 31 e quindi l'immedesimazione con il protagonista, con la donna del protagonista e pure con la migliore amica del protagonista è stata inevitabile.
Il romanzo si legge velocemente e piacevolmente, ma una volta chiuso non lascia niente se non la consapevolezza che noi trentenni ci assomigliamo un po' tutti.

Degli altri libri parlerò molto più stringatamente dato che ad ognuno avevo già dedicato un post.

Diario di scuola, Daniel Pennac.
Un saggio sulla scuola attuale e sulle sue problematiche, scritto da un autore ironico ed arguto come pochi.

Domani nella battaglia pensa a me, Marias Javier.
Un romanzo particolare al limite tra il capolavoro e la noia assoluta.
Una notte d'amore con una sconosciuta da il via ad una storia decisamente originale.

Harry Potter and the Deathly Hallows, J.K. Rowling.
Che dire? Non mi sono ancora rassegnata all'idea di non avere un altro libro sul maghetto da attendere.
Una saga fantastica, terminata degnamente.

La scoperta dell' alba, Walter Veltroni.
Uolter scrive e lo fa anche bene...Yes he can...non mi sono ancora rassegnata neanche all'idea di essere sotto l'impero di Silvio.

A fiasco in Turin, Justin De Mazia.
Un'adorabile commedia degli equivoci scritta in inglese, ma ambientata sulla collina torinese.

Margherita Dolcevita, Stefano Benni.
Un'altra storia agrodolce uscita dalla prolifica e deliziosa penna dell'autore bolognese.
Non la sua opera migliore, ma comunque da leggere.

L'Odissea in cucina, Anna Rita Zara.
Un particolarissimo ricettario: la storia di Ulisse vissuta tra i fornelli.

Rosso Corallo, Sveva Casati Modignani.
Un'accozzaglia di luoghi comuni, noiosa e prevedibile.
Non ho ancora perdonato mia sorella per avermene consigliato la lettura.


Non nascondentevi, non scappate, non abbiate paura.
Non incateno nessuno.
Se volete parlare di questi titoli o di altri libri che avete letto ultimamente, i commenti sono a vostra disposizione!

23 commenti:

Rabb-it ha detto...

ciao.
Diario di scuola ed Harry Potter li ho letti anche io utlimamente.
Belli!

Non mi faccio incatenare, ma ho appena scoperto il tuo blog e mi son detta:
"Quale occasione migliore per uscire dal lurkeraggio!"

:-D
Ciao

Alessandra ha detto...

Ciao Jane!
IMMENSAMENTE grata per non avermi appioppato anche questo MeMe ....

...e siccome mi accingo a leggere Pennac mi sento rinfrancata dal tuo commento positivo...

un abbraccio dalla solita Ale:)

Giorgia,alias VerdeIrlanda ha detto...

penso che prima o poi ti copierò l'idea del post,dato che adoro leggere!
mi segno i tuoi titoli jane,chissà che magari nn mi venga lo sghiribizzo di leggerli..^-^tranne rosso corallo direi data la tua recensione!ehehehe!
un abbraccio!

J. Cole ha detto...

@rabb-it: benvenuta e grazie del commento! :)

@Alessandra: ciao tesoro! Io Pennac lo adoro sempre e comunque. Preferisco i suoi romanzi, ma scrive talmente bene, che leggo volentieri anche i saggi.

@Giorgia: il bello di questo meme sta proprio nel fatto di poter prendere spunto per le proprie letture future! baci e buon inizio settimana

Ross ha detto...

Interessante questo meme! Quasi quasi ci faccio un pensierino... :)

Un saluto veloce, e buon inizio di settimana.

Giorgia,alias VerdeIrlanda ha detto...

allora lo farò al più presto:quanti libri ho da suggerire!!!
c'è un regalino per te sul mio blog jane!
bacio!

Mario l. ha detto...

Giusto una cosa su Harry Potter.
Dico io. Sette libri che ce la stiamo tirando sta storia.
Ma vuoi fare un'uscita bella lunga e trionfale?
Non dico assai, ma trenta pagine in cui dici che poi è tutto a posto, invece di quelle tre paginette striminzite?
Rawling, dopo sette libri che ti costavano trenta pagine in più? Anche venti... dai!
Mah....

pansy ha detto...

Che meme ... io passo da qui per la prima volta, carino il tuo blog!!! :D

J. Cole ha detto...

@Ross: buona settimana anche a te!:)

@Giorgia: l'ho visto, grazieeeeeeeeeeee!

@Mario: a me il finale è piaciuto. Tuttal più avrei eliminato completamente l'epilogo, che ci stava come i cavoli a merenda.

@Pansy: benvenuta e grazie!:)

Regina Madry ha detto...

Aspè....devo far memoria....intanto consiglio "La solitudine dei numeri primi" di Giordano, triste ma molto bello! :)

Mario l. ha detto...

Ma guarda... io ero partito molto diffidente su Harry Potter, essendo un Tolkeniano ante-film (ho letto il libro una decina d'anni fa almeno), ma dopo un po' mi sono appassionato e m'è piaciuto.
L'unica cosa il finale mi ha lasciato male. Mentre in Tolkien il ritorno a casa e l'epilogo erano lunghi e soddisfacenti (nonchè proporzionati al libro), invece qui sembrava indecisa se non dire nulla (e fare come preventivato, ossia cominciare la nuova serie di Harry adulto) oppure fare un epilogo lungo.
E ti lascia così.
A mio parere ha abbassato di molto la qualità della serie questa fine...
Poi son gusti, intendiamoci! :-D

SunOfYork ha detto...

andrò a enunciare la mia top five EVER (rullo di tamburi!)

1. la versione di Barney di Mordecai Richler

2. Pastorale americana di Philip Roth

3. Io sono Charlotte Simmon di Tom Wolfe

4. L'opera struggente di un formidabile genio di Dave Eggers

5. Mi raccomando: tutti vestiti bene di David Sedaris

Cinque libri che mi hanno cambiato la vita. Letti tutti d'un fiato, che consiglio veramente a chiunque

Sun

Irene ha detto...

Bellissimo questo meme, per me poi che il mio blog commenta proprio i libri dovrebbe quasi essere obbligatorio. ;).
Ho letto e trovato esilerante Diario di scuola, ancora una volta Pennac non delude. Poi cosa dire di Harry...nooo non può terminare. e Benni, vai Benni adorabile.
Poi sei riuscita a incuriosirmi con l'Odissea in cucina. Lo metto in lista.
NB. Ti ho linkata...va bene? ciao ciao

Alessandra ha detto...

ciao Jane! com'è? tutto ok?
un saluto "caldo afoso" ... e "zanzaroso"

baci Ale

J. Cole ha detto...

@Regina: grazie per il consiglio :)

@Mario: l'impressione che ho avuto io è che l'epilogo sia più che altro un contentino per tutti i fan appassionati di fanfiction. Anche lo stile di scrittura mi sembra diverso da tutto il resto. In definitiva, non mi è piaciuto, nonostante io sia una fan accanita della coppia Ron-Hermione e quindi abbia goduto come una 13enne di fronte alla visione dei due maghetti sposati e riprodotti! ;)
Il libro, secondo me, si sarebbe dovuto chiudere a pag 600 con "I've had enough trouble for a lifetime"

@sunofyork: Grazie per i titoli. Mi sembrano tutti molto interessanti.
Io non riuscirei a fare una top 5 ever. Posso provare con una top 3 ever:
1. Delitto e castigo, Dostojevski
2. L'isola di Arturo, Elsa Morante
3. Per chi suona la campana, Hemingway
...sono un'amante dei classici ;)

@Irene: "Odissea in cucina" è un libricino molto curioso, che ho comprato in un locale dedicato allo Slow food a Torino.
Grazie per il link! :)

@Alessandra: ciao tesoro, tutto bene! Ma sono molto impagnata e non riesco a trovare il tempo per commentare gli altri blog e aggiornare il mio! Un bacione

Ross ha detto...

Ho un meme per te.
Su, non fare quella faccia! ;)

Alessandra ha detto...

eheheh!!!! rido ancora leggendo il commento di Ross! dai Jane! com'è? sei ancora in piena attività lavorativa???

un bacione! Ale:)

Ross ha detto...

@Ale: ma quanto ci piace torturare questa ragazza?
:D

Rabb-it ha detto...

Ciao
Anche per me poteva finire con "Ho passato guai a sufficienza per una vita intera"

OT:
Copio il tuo disclamer posso?
praticamente l'ho già fatto, ma se scoccia devi solo dirlo, è che l'ho trovato scritto bene.
Posso linkarti dal mio blog?

Per quello però aspetto che mi dai il permesso.
Ciao buona domenica.

J. Cole ha detto...

@Ross e Alessandra: carogne!

@Rabb-it: Certo, copialo pure.
Ovvio che puo linkarmi, anzi ti ringrazio se lo fai :)
Buona domenica!

Ranabottola ha detto...

Fabio Volo ? ? ?
Potrei toglierti il saluto...

J. Cole ha detto...

@ranabottola: per così poco??? Sapessi quanti altri scheletri nascondo nell'armadio! ;)

Chicca ha detto...

Ho adorato, nel vero senso della parola, Margherita Dolcevita...l'ho anche regalato al mio ragazzo, ma non l'ha apprezzato molto!!!!

Pazzo!!!!!

 

Blogger news

Blogroll

About